OGGETTI INDISPENSABILI DA PORTARE IN VIAGGIO

Cosa mettere in valigia quando si parte per un viaggio?
A cosa si può rinunciare?
Cosa utilizzerete realmente e cosa, invece, sarà superfluo?
Man mano che la vostra esperienza di viaggiatore si affinerà, di viaggio in viaggio, saprete effettivamente a cosa poter rinunciare per non appesantire il vostro bagaglio e cosa potete evitare di portare perchè avrete modo di rimediarlo giunti alla meta.
Ci sono oggetti, però, che non dovrebbero mai mancare nella vostra valigia, perchè vi agevolano, perchè rendono il vostro viaggio più comodo, perchè ve li ritroverete utili in diverse circostanze e perchè sono così leggeri che non li sentirete neppure.
Anche in questo caso la scelta è del tutto personale, dettata dal vostro modo di vivere il viaggio e dalla vostra personalità, ma per me i MUST TO HAVE sono questi 10:

  • FOULARD-PASHMINA. Che il vostro viaggio sia al freddo o al caldo, che siate uomini o donne, un foulard sarà sempre un ottimo alleato. In aereo, ad alta quota, le temperature scenderanno notevolmente; dentro aeroporti esotici l’aria condizionata, vi assicuro, che vi stordirà; un’escursione in barca ad alta velocità, seppur a 40 gradi, sarà comunque ventosa; in alcuni paesi lo sbalzo di temperatura tra giorno e notte, tra interni ed esterni, l’avvertirete e pure tanto. Per tutti questi motivi un foulard grande e morbido vi darà conforto ed eviterete fastidi e malanni. Scegliete un tessuto leggero e morbido e un colore neutro.
  • PAREO. Atro oggetto che vi tornerà molto utile nel vostro viaggio perchè sarà comodo quando vorrete stendervi in un parco o durante una passeggiata in spiaggia. Utile per coprire sedili parecchio “battuti” o in plastica, che vi faranno sudare e vi si incolleranno addosso. Comodo per una doccia veloce durante un’escursione oppure per coprire le vostre gambe durante visite a santuari o monumenti dove, per cultura locale, non potete lasciarle scoperte. Un pareo è leggero e facile da lavare: la sera lo mettere a mollo nel lavandino, in acqua calda e con un pò di shampoo, lo strizzate per bene e si asciugherà in poche ore, pronto per il giorno successivo.
  • PESA VALIGIA. In ogni aeroporto vi forniscono questo “servizio” ma averlo con voi sarà utilissimo, prima del viaggio e durante, se transiterete da aeroporti diversi in un viaggio itinerante. Vi servirà per avere già chiaro il peso del vostro bagaglio e del vostro zaino, evitando di arrivare al check in con qualche chilo di troppo. Oggi le compagnie aeree sono molto rigide al riguardo e due chili in più vi rimanderanno in fondo alla fila per trovare una soluzione. Se non volete mettervi per terra a valigia aperta, in contemplazione su cosa dover indossare a strati o dover lasciare, il pesa valigia vi risparmierà tempo e stress. Un souvenir di troppo o un calcolo fatto male possono diventare fastidiosi all’imbarco. A casa, o in hotel, potete prendervi il vostro comodo tempo per suddividere in modo più funzionale i chili in valigia.
  • CUSCINO GONFIABILE. Ormai è un MUST: per viaggi brevi o lunghi, per un sonnellino in aereo o per leggere in modo comodo, per una posizione più confortevole, per le lunghe attese agli imbarchi (aerei, treni, navi), per lunghi tragitti in auto o bus. Occupa poco spazio e il suo valore è inestimabile, vero?
  • POGGIAPIEDI DA AEREO/BUS. Questa è una novità che utilizzo da circa due anni. I miei lunghi viaggi oltre oceano prevedono dalle 10 alle 16 ore di volo e vi confesso che dopo poco non si sa più come star seduti: fastidi, dolori, gambe gonfie, circolazione lenta. Quelle povere gambe semi-distese, mentre mangiate, leggete o dormite, sempre nella stessa posizione, cominciano a chiedere pietà e non sempre i posti di fianco a voi son liberi per permettervi di stenderle. Ecco! Il poggiapiedi diventa essenziale, lo aggancerete al tavolino di fronte a voi, lo regolerete e poi potete poggiare pedi e gambe come meglio vi pare. Regolando l’altezza potete sedervi a gambe incrociate, potete assumere una posizione laterale, molto comoda per dormire, potete alzare i piedi senza necessariamente poggiarli sul sedile, che riduce spazio e comodità. Costa pochi euro, tessuto resistente e leggerissimo e occupa pochissimo spazio. Non potrete più farne a meno. Provare per credere!
  • POWER BANK. Portare con voi l’alimentatore potrebbe essere una soluzione ma sappiate che dovrete poi trovare una presa a portata di mano e lunghezza e un posto libero vicino ad essa. Negli aeroporti è diventata un’impresa eccezionale e nei ristoranti non è sempre fattibile, sia per diffidenza personale, per diffidenza locale e per comodità. Inoltre il vostro dispositivo potrebbe scaricarsi durante una passeggiata, o escursione, e fermarvi alla ricerca della presa provvidenziale non sempre è possibile o potrebbe rallentarvi. Un buon power bank risolve i problemi. Sceglietene uno che vi offra almeno 3 o 4 cariche complete, con almeno due ingressi per poter caricare diversi dispositivi, o farlo contemporaneamente, e magari anche con piccola torcia incorporata, che può esser sempre utile. Ricordatevi che in aereo, per misure di sicurezza, può essere trasportato solo nel bagagli a mano.
  • MASCHERINA OCCHI. Comoda per riposare in aereo, dove non si sa mai se è giorno o notte, ma utile anche in hotel dove, a volte, non ci sono serrande o battenti e le tende non sono oscuranti. Eviterete di svegliarvi alle sei del mattino e riuscire a prender sonno anche se la luna sembra essere proprio dentro la vostra camera. Sceglietene una morbida, regolabile e di un tessuto che non vi faccia sudare/irritare il viso.
  • ALIMENTATORE UNIVERSALE. Paese che vai, presa che trovi. Quando arrivate alla meta il vostro primo pensiero dovrebbe esser quello di iniziare la scoperta e non quello di sbattervi in giro alla ricerca di adattatori. Forse, passeggiando passeggiando, riuscirete anche a trovarli facilmente ma sappiate che: in alcuni paesi costano pochi spiccioli (0,50 cent o 1 euro) ma in altri è come se fossero oggetti rari (anche 5 euro), che spesso 3 volte su 5, appena arriverete in hotel, non funzionano, oppure che vi daranno un alito di corrente, che un asciugacapelli super potente sembrerà un tenue battito di ciglia. E allora dovrete tornare sul posto per cambiarli o trovarne altri. Che stress! E’ per questo che un buon alimentatore universale vi sarà utilissimo, funzionale in ogni viaggio che farete e certificato per erogare corrente sufficiente a vari dispositivi.
  • SELFIE STICK. Se siete appassionati di fotografia, se viaggiate da soli, se il vostro compagno di viaggio non vuole diventare il vostro fotografo personale, se non volete molestare i passanti per farvi scattare 5 foto, perchè la prima non è venuta bene, allora un selfie stick vi risolve i problemi. E’ bello fotografare paesaggi, edifici e panorami, ma in qualche foto sarebbe anche più bello che ci foste anche voi, no? E non in formato faccia gigante e braccio alzato, come da classico selfie, ma magari ben centrati e per intero. Cancellate la leggenda metropolitana che il selfie stick è da sfigati, chi l’ha inventata non ha viaggiato, perchè ovunque andiate ne vedrete a centinaia, soprattutto tra i “solo travelers”, che ne hanno fatto di necessità una virtù. Sceglietene uno allungabile, con un comodo treppiedi, un telecomando bluetooth e divertitevi. Nelle foto del vostro viaggio finalmente ci sarete anche voi, un bel ricordo.
  • GIMBAL STABILIZZATORE. Indispensabile per gli amanti dei video e per i reporter di viaggio. Vi permette di creare video stabili, fluidi e completi, senza tremolii o effetti scattosi da mal di mare. Nei video sarete presenti anche voi, perchè grazie alle funzioni del gimbal potrete invertire le fotocamere, potrete inserire un following viso/persona, potrete usare lo zoom in modo graduale e gradevole, insomma finalmente video ricordo di altissima qualità pronti per essere condivisi. Se non siete professionisti allora sceglietene uno essenziale, a tre assi, con treppiedi e leggero (il più leggero attualmente pesa 250 grammi ed è totalmente piegabile per occupare pochissimo spazio).

Ecco i miei Oggetti Must To Have, quelli che non mancano mai mai nel mio zaino/trolley, utili, comodi e divertenti. E voi, a quali oggetti non riuscite a rinunciare? Fateci sapere se vi ritrovate in questi e suggeritecene altri.

A presto

Fabiola

You Might Also Like